Iglesias, caso fiorai: L'opposizione trova un compromesso. Salvato il commercio di fiori.


Arrivano lieti notizie dal Comune di Iglesias. Il commercio di fiori ambulante è stato salvato grazie ad un grande lavoro di mediazione da parte della minoranza del Consiglio comunale che, presentando un emendamento al nuovo regolamento, ha permesso di salvare quello che a detta di molti, sarebbe stata una grande mancanza per la Città.


Nelle ultime ore infatti, aveva dato scalpore il fatto che l'amministrazione guidata dal Sindaco Usai era nuovamente tornata all'attacco. L'obiettivo? Estromettere i fiorai dalla loro storica postazione davanti al cimitero comunale. Secondo il nuovo regolamento redatto dall'Assessore alle Attività Produttive Ubaldo Scanu infatti, tali fiorai sarebbero dovuti essere trasferiti in Via Oristano, ovvero su un lato dei giardini pubblici di Iglesias.

Via Oristano - luogo pensato dal Comune per lo stallo dei fiorai

Nei precedenti mesi l'opposizione del Consiglio comunale Iglesiente aveva condotto una grande battaglia per scongiurare l'allontanamento dei fiorai, fino ad oggi: giorno in cui l'amministrazione guidata da Mauro Usai si è ripresentata in aula con lo stesso identico atto che per mesi è stato generatore di polemiche e divisioni in città.


In sintesi: Attualmente i fiorai sostano nei giorni del giovedì e della domenica, davanti al cimitero, con postazioni assegnate e regolare autorizzazione alla vendita di fiori. Con il nuovo regolamento proposto dall'Assessore Scanu invece, ai fiorai viene lasciata solamente la giornata del Sabato per la vendita (eliminando dunque il giovedì e la domenica), tra l'altro con postazione obbligatoria in Via Oristano (giardini pubblici) e non più davanti al cimitero.

La discussione dell'atto:

Prima della discussione dell'atto, il Consigliere Simone Saiu ha presentato l'emendamento da apportare al nuovo regolamento, che portava le firme dei Consiglieri: Luigi Biggio, Federico Garau, Francesca Tronci, Bruna Moi, Valentina Pistis e Arianna Cortese, con la quale è stato proposto un compromesso, ovvero lo spostamento dei fiorai di qualche centinaio di metri più avanti (sempre in Via Capuccini, nella piazzetta posta di fronte alla rivendita "Saponi e Profumi", individuata nell'area alla sinistra della carreggiata) e non più in Via Oristano, dall'altra parte della città. Nell'emendamento inoltre sono stante mantenute e confermate le possibilità di vendere i fiori sempre nelle giornate di giovedì e domenica (e anche nelle ricorrenze di "Tutti i Santi" e della Commemorazione dei defunti), cosa ad oggi non garantita per regolamento, ma concessa di anno in anno dagli uffici comunali.


Via Capuccini - Fronte "Saponi e Profumi"

L'atto ha convinto la maggioranza, che ritenuto essere il miglior modo possibile per superare la fase di stallo durato troppi mesi, ha raggiunto un accordo con la minoranza, votando e accettando dunque l'emendamento proposto.


Tutto e bene quel che finisce bene, per il momento. Siamo comunque tutti d'accordo che i fiorai, in possesso di regolari licenze e permessi, non hanno mai disturbato nessuno e da trent'anni hanno offerto un servizio essenziale per la Città di Iglesias. Una scelta politica, quella del Sindaco Usai e della sua maggioranza, incomprensibile.


Una vittoria di Pirro*, quella dell'Assessore Scanu e dell'amministrazione del Sindaco Usai, che mediaticamente risuonerà nella bocca dei cittadini di Iglesias per molto tempo ancora.


"Va riconosciuto il fatto che finalmente la maggioranza ha deciso di riflettere seriamente sulla questione e di accettare un emendamento che in grande parte risolve un danno che difficilmente si sarebbe potuto riparare. Ritengo assurda la scelta di mandare via i fiorai dal piazzale del cimitero, ma oggi abbiamo ottenuto il massimo di quello che si poteva ottenere."

ha dichiarato Federico Garau (Movimento 5 Stelle)


"Ovviamente va riconosciuto il fatto che alcuni esponenti della maggioranza sono stati determinanti nella mediazione e se l'accordo è stato trovato, lo dobbiamo anche a loro"



---


*Vittoria di Pirro: Una vittoria di Pirro o vittoria pirrica è una battaglia vinta a un prezzo troppo alto per il vincitore, tanto da far sì che la stessa scelta di scendere in battaglia, nonostante l'esito vittorioso, conduca alla sconfitta finale.


1.201 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti