Cerca
  • Federico Garau

Iglesias, il Consiglio comunale approva il bilancio: ma è scontro tra le parti.

Aggiornamento: apr 11

Nella serata del 15 marzo, il Consiglio comunale di Iglesias ha approvato il documento di previsione 2021, lo stesso che indica come il Comune spenderà i soldi dei cittadini Iglesienti durante l'anno in corso. Un bilancio semplice, quello Iglesiente, che prevedere circa 75 milioni di uscite stimate, con circa 30 milioni destinati agli investimenti.

Non è mancato il confronto tra le parti

Da una parte la maggioranza, che come da previsione ha tessuto le lodi per un bilancio che a detta loro non prevede un aumento delle tasse (ci mancherebbe altro), la salvaguardia dei principali eventi Iglesienti estivi e il prosieguo di alcuni progetti di riqualificazione e sviluppo come Z.I.R. e siti minerari.

Dall'altra invece non è stata per nulla leggera l'opposizione, la stessa che ha rimarcato le mancanze che questa amministrazione ha dimostrato negli anni (soprattutto quello appena terminato, ndr) nei confronti della città e dei suoi abitanti. A intervenire nel dibattito sono stati i Consiglieri Alberto Cacciarru (Iglesias in Comune), Valentina Pistis (Riformatori Sardi) e Federico Garau (Movimento 5 Stelle). Molto duro l'intervento del Consigliere Cacciarru il quale ha rimarcato come le sanzioni, gli affitti e gli introiti derivanti dai siti minerari non coincidano con i dati forniti. Per gli affitti derivanti dalla gestione dei chioschi si arriva addirittura a evasioni di circa 300 mila euro. Inoltre ha evidenziato come senza il contributo della Regione Sardegna, difficilmente il Comune di Iglesias avrebbe potuto raggiungere il pareggio di bilancio. Non è mancata inoltre la frecciata riguardante la Sanità Iglesiente, la stessa che in questo ultimo periodo è stata vittima di continui smantellamenti e disservizi, senza però essere mai difesa dal primo cittadino Iglesiente. Decisa è tagliente anche la Consigliera Pistis, che tra i vari argomenti toccati ha voluto soffermarsi sul come I'amministrazione Usai si stia focalizzando solamente e unicamente sui siti minerari, rendendo dunque il turismo Iglesiente monotematico. Non poteva mancare inoltre la stoccata riguardante Centro Città, su cui il Comune di Iglesias non è mai voluto intervenire, rimanendo dunque silente nonostante la evidente e palese mala gestione dei vecchi amministratori dell'associazione. Non sono mancate infine le precisazioni riguardanti il bilancio partecipato, nominato da anni dallo stesso assessore al bilancio, ma mai applicato, la stessa partecipazione assente quando il Comune si è ritrovato a prendere decisioni importanti come per esempio quelle relative al regolamento delle aree mercatali, riguardanti fiorai e Coldiretti. A chiudere il dibattito è stato il Consigliere Garau, che in maniera lapidaria ha ricordato a questa amministrazione come la gestione di alcune questioni importanti per la città, in primis Mercato Civico e Casa Serena, non sono state per nulla in linea con le promesse fatte dallo stesso Sindaco Usai in campagna elettorale, arrivando dunque oggi ad avere una struttura (il Mercato Civico) per cui sono stati spesi ingenti fondi pubblici per dei progetti (non condivisi dagli operatori, ndr) che mettono a rischio numerosi posti di lavoro qualora fossero resi definitivi, dall'altra invece una imponente struttura di cura per anziani (la Casa Serena) che dopo anni ha chiuso i battenti, vedendo numerosi operatori essere licenziati e anziani smistati in fretta e furia in vari B&B della città. Il Consigliere inoltre ha evidenziato come a oggi il Comune di Iglesias abbia mancato ampiamente il confronto con la città e i diretti interessati nei momenti in cui serviva in maniera decisa il parere delle parti direttamente coinvolte, come il riposizionamento della postazione di vendita dei fiorai, che dalla ormai consolidata posizione situata davanti al cimitero di Iglesias, ha rischiato di essere trasferita a diverse centinaia di metri, in aree poco accessibili e fuori dalla portata di tutte le persone che necessitano del servizio. Non poteva mancare l'osservazione fatta in merito all'abbattimento delle barriere architettoniche, tanto vantate dall'amministrazione Usai quanto non comprese nel loro vero sviluppo. L'osservazione del Consigliere Garau ha rimarcato come sia relativamente inutile andare a riqualificare diverse aree della città, se poi proprio queste ultime non sono raggiungibile in totale o parziale autonomia da parte dei portatori di disabilità. Oggi giorno Iglesias è priva di percorsi cittadini percorribili dai portatori di handicap motori che, senza la dovuta assistenza, non sono messi in condizione di poter raggiungere con facilità le varie aree della città.

La votazione

Il bilancio è passato con votazione totalmente a favore da parte della maggioranza e voto contrario da parte di tutti gli esponenti della minoranza presenti.

214 visualizzazioni0 commenti