Cerca
  • Federico Garau

Iglesias, crolla il tetto nella casa comunale, Garau (M5S): "Situazione insostenibile"

Un parziale crollo del tetto, quello avvenuto nella serata di ieri nella Via Buozzi all'interno del compendio ex-casermette. Non sono bastate le segnalazioni che da tempo gli abitanti della zona hanno effettuato all'amministrazione comunale, la stessa che, durante una seduta di Consiglio disse di voler avviare presto gli interventi necessari alla manutenzione e relativa messa in sicurezza degli stabili, ma ad oggi, possiamo verificare solamente un nulla di fatto. 2 milioni e 700 mila euro, questa la cifra disponibile per gli interventi di manutenzione nel compendio delle ex casermette. Una gara d'appalto eseguita e terminata, una società vincitrice pronta all'esecuzione dei lavori e poi il nulla, tutto fermo, dimenticato. Nonostante una buona parte degli inquilini abbia deciso di regolarizzarsi, pagando dunque un affitto, ad oggi non c'è traccia di intervento da parte del Comune di Iglesias, che continua a trascurare questa delicata situazione. Solamente la fortuna ha voluto che il crollo non abbia procurato feriti, il sottotetto infatti ha riparato le famiglie dal crollo di calcinacci e tegole.


Una situazione assurda ed insostenibile. Al netto dei falsi proclami e delle false vittorie dichiarate da diversi componenti della Giunta comunale, Sindaco in primis che ha sempre sostenuto di aver "risolto" la questione, ad oggi possiamo vedere che nulla è statto fatto.

Ha dichiarato Federico Garau (Consigliere e capogruppo del M5S al Comune di Iglesias)


Questa situazione va avanti da diversi anni e nessuna amministrazione ha mai deciso di intervenire in maniera seria. Troppe parole e pochi fatti. Inutile continuare a rattoppare gli edifici, il Compendio ex-casermette necessita di seri interventi di manutenzione

che conclude:


In Consiglio comunale il Sindaco disse che i soldi degli affitti sarebbero stati utilizzati per le manutenzioni, ma il problema sta nel fatto che ad oggi non è stato effettuato nessun tipo di intervento sulle case. Forse si sta aspettando che si arrivi alla tragedia, solo in quel momento allora chi di dovere deciderà di intervenire. Mi auspico che l'amministrazione metta da parte lo smartphone per le dirette Facebook e decida finalmente di intervenire, una volta per tutte, in maniera adeguata. La sicurezza dei nostri cittadini deve venire prima di tutto e la questione ex-casermette ha atteso per troppo tempo, ora non può più aspettare. I crolli continueranno anche in futuro, con il rischio che prima o poi qualcuno possa seriamente farsi del male.




1,173 visualizzazioni0 commenti