Cerca
  • Federico Garau

Iglesias, lettera del M5S al Sindaco: "Il Comune può aiutare i presidi ospedalieri"

Aggiornamento: 17 mar 2020

Nella giornata di oggi, il gruppo consiliare del M5S ha inviato una lettera aperta al primo cittadino di Iglesias, invitando lui e tutto il Consiglio comunale a sostenere i presidi ospedalieri e socio-sanitari della città, acquistando e donando i dispositivi di protezione personale (DPI), che in questo momento scarseggiano all'interno delle strutture sanitarie,  non permettendo dunque al personale di poter affrontare nel migliore dei modi l'emergenza Covid-19. Contributo che, seppur minimo, dimostrerebbe alla città la vicinanza della politica locale, fin dal primo momento unita, senza distinzioni di colori, per combattere insieme questa battaglia. Di seguito il contenuto della lettera inviata:


"Egr. Sig. Sindaco,
In seguito alla grave emergenza Covid-19 che ha coinvolto tutta l’Italia nelle scorse settimane, ma soprattutto in seguito all’aumento dei contagi, delle positività e, purtroppo, dei primi decessi nella Regione Sardegna, è innegabile lo stato di apprensione che pervade ognuno di noi.
Dal primo istante, come amministrazione avete avuto il pieno appoggio e la disponibilità a qualsiasi supporto da parte di tutta l’opposizione, azione doverosa e responsabile, che ognuno di noi ha ritenuto giusto adottare per rispetto e tutela dei nostri cittadini.
Fin dal primo momento, abbiamo potuto osservare l’eccezionale lavoro svolto dal personale medico, infermieristico e sanitario che, in prima linea, ha affrontato con coraggio e professionalità questa difficile situazione, ma ahimè, così come lei stesso avrà sicuramente avuto modo di verificare, le nostre strutture ospedaliere sono costrette a dover lavorare in condizioni sicuramente non idonee ad un’emergenza di questa portata.
La situazione nel nostro Comune non è delle migliori, le informazioni provenienti dalle strutture ospedaliere, quali per esempio il CTO, non sono sicuramente delle più confortanti. Basti pensare che i dispositivi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) scarseggiano, tanto da dover essere razionati con assoluta parsimonia, proprio in un momento in cui qualsiasi presidio ospedaliero dovrebbe poter garantire al proprio personale non solo le migliori condizioni di lavoro, ma anche la possibilità di proteggere se stessi ed i pazienti con i quali entrano in contatto. Oltre al nosocomio del CTO, al cui personale vanno i nostri più grandi elogi, ricordiamo anche l’operato dei lavoratori della struttura S. Barbara e Casa Serena, che nonostante le difficoltà operative, ogni mattina continuano la battaglia in difesa della salute dei nostri cittadini.
Preso atto del fatto che il Sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio e che il Consiglio comunale condivide con lui questa responsabilità, mi sento in dovere di avanzare la proposta di poter far si che il Comune di Iglesias possa dare economicamente il suo contributo alla messa in sicurezza del personale ospedaliero e delle varie strutture socio-sanitarie acquistando (o quantomeno ordinando) dispositivi di protezione individuale di prima necessità da poter in seguito donare, al fine di contribuire alla causa e poter dunque, nel nostro piccolo, dare un concreto sostegno al servizio sanitario territoriale che in queste ore vive sulla propria pelle dei momenti difficili. Conscio del fatto che le casse del Comune non possono sostenere per intero spese di enorme portata, si considererà in ogni caso utile e lodevole, qualsiasi stanziamento deciso ed effettuato nell’immediato.
Si richiede inoltre la possibilità di sollecitare la Regione Sardegna e l’Assessorato alla Sanità, al fine di far si che le ASL territoriali possano mettere in condizione i presidi ospedalieri della zona, di poter operare con i giusti strumenti, in modo tale da poter salvaguardare la salute non solo dei pazienti, ma di tutto l’organico operativo."

Federico Garau Movimento 5 Stelle




962 visualizzazioni0 commenti